Consigli su E-commerce multilingua

Ricevere consigli su un e-commerce multilingua è senza dubbio essenziale

Table of Contents

Consigli su E-commerce multilingua: cosa fare e cosa evitare

Ricevere consigli su un e-commerce multilingua è senza dubbio essenziale per poter iniziare a impostare una strategia di ottimizzazione Seo utile a vendere in diversi mercati esteri attraverso il web.                             

Innanzitutto ricordiamo che aprire un e-commerce multilingua per vendere in diverse nazioni, non implica aprire anche un negozio fisico: tutti gli sforzi per fare business on line devono concentrarsi sulla Seo internazionale, e sulle strategie di comunicazione e marketing mirate a diversi target.

Al primo posto tra i consigli per chi vuole lavorare con un e-commerce multilingua, c’è dunque lo studio del target e dei competitor on line, nonché lo studio della loro cultura e dei loro modi di comunicare e di acquistare attraverso il web.

Per ogni mercato di riferimento in cui si vuole acquisire clientela, è opportuno verificare la presenza di e-commerce simili al proprio. Si dovrebbe così pensare al lancio di possibili varianti riguardo ai prodotti o ai servizi in vendita con il proprio e-commerce, in modo da differenziarsi attirando tipologie stratificate di target.

Ecco cosa bisogna monitorare per vendere con il proprio e-commerce in modo strategico e vincente: la presenza sui motori di ricerca, di negozi on line più o meno simili al proprio, con diverso dominio in base alla nazione (es: google.uk per gli utenti inglesi; google.es per gli utenti spagnoli), il loro traffico organico e inorganico, l’autorevolezza dei loro contenuti e il loro traffico social.

L’uso professionale di alcuni tool come ad esempio Think with Google, permettono di venire a conoscenza di tutti questi importanti elementi che rappresentano dei veri e propri consigli su come impostare una strategia di e-commerce management, sia per il proprio mercato nazionale che per i mercati esteri.

Come lavorare con un e-commerce multilingua: i sottodomini localizzati

Lavorare con un e-commerce multilingua significa fare attenzione ai sottodomini e alle traduzioni. In base alla nazione in cui si vuol vendere, un e-commerce dovrebbe avere dei sottodomini relativi alla sua zona geografica (.it per l’Italia, .de per la Germania, etc), e questo perché gli utenti, nel sottodominio riconoscono la propria nazione, e sono quindi maggiormente propensi ad effettuare delle transazioni on line.

Il sottodominio localizzato si attesta dunque come must per la realizzazione di un e-commerce multilingua, perché la struttura di un sito e i suoi contenuti, rappresentano delle opportunità concrete di successo commerciale sia nazionale che internazionale.

Ricapitolando i primi step utili a lavorare con un e-commerce multilingua, sono in ordine:

  • analisi della concorrenza
  • analisi del target
  • ottimizzazione dei contenuti in ottica Seo con le keywords più appropriate

In merito a quest’ultimo punto, la Seo per un e-commerce multilingua cambia in base ai trend digitali della nazione di riferimento: in ogni luogo ci sono comportamenti on line sempre diversi, e questo vuol dire che se un e-commerce italiano tiene conto di keywords principali e secondarie utilizzate dagli utenti italiani, lo stesso e-commerce con un sottodominio straniero, deve tener conto delle keywords usate dagli utenti della nazione coinvolta.

Tali diverse keywords potrebbero essere delle parole chiave correlate, o potrebbero includere termini che rappresentano dei sinonimi in voga nel linguaggio estero.

Per tutti questi motivi è essenziale ricorrere a una keyword research internazionale riguardo alla tipologia di argomento che il proprio sito web tratta.

E-commerce multilingua e traduzioni: l’importanza di saper comunicare in modo giusto

Un e-commerce multilingua necessita di un’ottima traduzione per comunicare al meglio con i suoi potenziali clienti. Questo vuol dire che tradurre in modo superficiale i contenuti, oppure tradurli letteralmente senza conoscere i costrutti linguistici di una lingua, o i diversi significati che una parola può assumere in tale lingua, sono errori da evitare perché non portano a risultati di posizionamento del sito e di conseguenza di business.

Per lavorare efficacemente con un negozio on line multilingua, è necessario rivolgersi a un copywriter che non solo conosca le lingue straniere, ma che sappia scrivere anche un testo informativo e persuasivo in modo corretto e originale in relazione alla cultura a cui fa riferimento. I testi di un sito multilingua devono sempre essere in linea con l’estetica e con il linguaggio della nazione di riferimento.

Per fare business con un e-commerce internazionale, è bene quindi evitare l’uso di Google Translate, così come si deve evitare di essere approssimativi nella scrittura di claim e payoff, elementi cardine del copywriting di un sito che comunicano ai potenziali clienti la proposta di valore del negozio.

Inoltre, per costruire un rapporto solido con i contatti e clienti del sito, è opportuno sapere come il target straniero preferisce essere contattato per ricevere informazioni riguardo a eventuali offerte e promozioni. E-mail, sms, messaggi su whatsapp, sono tutti espedienti che pur sembrando uguali, hanno in realtà un modo sempre diverso di convincere le persone ad acquistare, in base a ciò che si vende e in base a chi ci si rivolge.

Negozio online multilingua

Negozio on line e strategie di content marketing: come coinvolgere il target straniero

Perché un negozio on line coinvolga il suo target, deve avere una strategia di content marketing: non basta scrivere in modo creativo e ottimizzato solo le pagine dell’e-commerce, ma è importante anche pensare alle risorse gratuite da regalare agli utenti. Tali risorse gratuite sono i cosiddetti freebie o lead magnet, che hanno il potere di convincere gli utenti a diventare contatti del sito, compilando un semplice form on line.

Quali sono le risorse gratuite che il target straniero preferisce? E-book, white-paper, tool, abbonamenti gratuiti? Quale stile di vita conduce tale target e perché dovrebbe preferire il nostro e-commerce a un altro? Sono queste alcune delle domande che il proprietario di un negozio on line multilingua dovrebbe sempre porsi.

La value proposition o proposta di valore, che un e-commerce vuole comunicare ai suoi potenziali clienti, spesso cambia da nazione a nazione, e questo significa che all’interno della strategia commerciale e digitale del sito, cambiano molte cose: dalle caratteristiche dei prodotti e servizi offerti che potrebbero avere delle differenze in base al mercato, alle caratteristiche del tone of voice dei testi pubblicati sul sito; e dalla comunicazione multicanale alle modalità di consegna dei prodotti venduti come alle modalità di customer care.

Leggi anche: SEO 2021

Ottimizzare un E-commerce per il mercato estero: Seo multilingua e Seo multiregionale

Per ottimizzare un e-commerce si deve scegliere tra Seo multilingua e Seo multiregionale: si tratta di decidere come gestire tecnicamente il sito, e di come questo debba apparire agli occhi di determinati utenti.

La Seo multilingua è una tipologia di Seo internazionale che richiede pagine web tradotte in più lingue: questo vuol dire che quando un utente inserisce nella barra di ricerca di Google la sua keyword, il motore di ricerca gli restituisce la versione linguistica del sito che l’utente sa leggere, in base alle sue visite su altri siti web memorizzate nel browser, e in base alla nazione in cui si trova mentre naviga sul web.

La Seo multiregionale invece è una tipologia di ottimizzazione internazionale che coinvolge le cosiddette tecniche di geo-targeting in grado di dare delle indicazioni a Google riguardo alle nazioni in cui il sito dovrebbe essere visibile.

Nel caso si voglia ricorrere alla Seo multiregionale, si dovrebbero creare diversi siti web che fanno capo a uno stesso e-commerce, ma tutti i siti devono avere domini localizzati, devono essere tradotti in lingue diverse e devono offrire prodotti e servizi diversificati in base alla domanda del target.

A volte però, per uno stesso e-commerce, si può ricorrere alla Seo multilingua e alla Seo multiregionale assieme: in tal caso, i siti web presentano versioni linguistiche differenti ma sono visibili in una sola nazione.

Per Drinking Media, la nostra web marketing agency di Milano, realizzare un e-commerce con le regole della Seo multilingua e con le regole della Seo multiregional, è un’attività che rientra tra le nostre competenze nel campo del digital marketing.

Con i nostri tool, le nostre conoscenze informatiche approfondite e i il nostro background culturale esteso a più culture e mercati, suggeriamo i migliori consigli riguardo al mondo dell’e-commerce multilingua, a tutti gli aspiranti imprenditori che vogliono fare business senza confini!