L'influenza della SEO nell'epoca moderna

Scopri i trend del SEO nell'epoca moderna

Table of Contents

Quali sono i trend della SEO del 2021?

Prima di riflettere su quelli che saranno i prossimi trend della SEO, iniziamo a definire le basi e gli ambiti che già sono noti (a molti) di questa “disciplina”. Cominciamo con la parola ‘SEO’; Si tratta di un acronimo inglese: Search Engine Optimization, cioè Ottimizzazione Motori di Ricerca. Il termine include tutte le attività o le varie tecniche utilizzate per migliorare sia la qualità, sia la quantità del traffico di un sito tramite i risultati organici dei motori di ricerca. In Italia (e non solo) tra i vari motori di ricerca online, quello più utilizzato è sicuramente Google. Le pratiche collegate alla SEO sono quindi mirate a far crescere la reputazione online di una determinata pagina su Google.

Ma in che modo questo è possibile e soprattutto quali saranno i trend più influenti per la SEO nel 2021? Sicuramente avere un sito che si posiziona tra i primi risultati sulla SERP di Google è uno dei requisiti più ricercati dalle aziende quando si tratta di far crescere la loro reputazione online ed è anche fondamentale per una strategia di marketing efficace. Ma come si può arrivare a questo risultato? Nel corso degli anni le strategie SEO per scalare le pagine di Google si sono moltiplicate come le teorie su come fare SEO davvero bene. Vediamo insieme quali dei trend già in voga negli anni passati continueranno ad esserlo e quali saranno le novità del 2021.

Il Rankbrain e l’Intelligenza artificiale

Il costante sviluppo della cosiddetta AI (Intelligenza artificiale) sta influendo in modo radicale sull’approccio delle persone ai contenuti online.  Il RankBrain, un algoritmo di Google, è in stretta correlazione con l’Intelligenza artificiale e grazie a questa riesce a procurare risultati di ricerca più accurati in caso di riconoscimento di parole ambigue o non conosciute. Si suppone che il suo funzionamento sarà maggiormente migliorato, e grazie alle sue grandi potenzialità l’AI sarà in grado di:

-raccogliere delle informazioni e occuparsi di analizzare gli intenti dello user

-revisionare i vari contenuti (specialmente la forma grammaticale e la comprensibilità del testo)

-fornire la struttura migliore per un contenuto o un articolo

Ricerca vocale più influente: long tail words

Nell’ultimo anno, la nota ‘vocal search’ ha avuto una diffusione incredibile in tutto il mondo. Considerando solamente gli Stati Uniti, è emerso che 111,8 milioni di persone al mese utilizzano per le loro ricerche l’assistente vocale.  Di conseguenza, questo incremento nell’uso della ricerca vocale (destinato ad aumentare) richiederà un cambiamento delle query di ricerca. Ciò significa che si darà priorità alle parole chiave a coda lunga, cioè alle frasi lunghe che si possono utilizzare per cercare dei risultati. Le cosiddette long tail words specificano un intento più chiaro e determinato, e sono formate in linea generale da 4 o 5 parole. Sono la scelta ideale per la ricerca vocale, che richiede delle espressioni più discorsive, frasi naturali e più lunghe.

Ottimizzazione immagini e inclusione di video

Il ruolo delle immagini nella SEO

Di rilevante importanza è il ruolo delle immagini all’interno di un qualunque portale. Nel 2021 l’attenzione sarà più che mai focalizzata sull’alta qualità delle immagini e sulla propria pertinenza. Grande rilevanza avranno anche gli alt text (o tag alt), la riduzione delle dimensioni file dell’immagine e l’implemento del caricamento lento (in modo tale che le immagini non vengano caricate se non necessario).  Tra le ultime tendenze, sta prendendo sempre più piede il formato video (specie tra il pubblico degli adolescenti). I contenuti video sono quindi sicuramente da considerare in maniera più approfondita e completa se si vogliono seguire i trend del 2021 più rilevanti in termini di SEO. Per ottimizzare i tuoi video in ottica SEO dovrai porre quindi particolare attenzione alla scelta del nome e della descrizione, oltre che definire in modo chiaro le parole chiave (cercando anche delle keywords accattivanti). Per capire in questo senso le keywords più adatte da inserire nell’indicizzazione dei video ma soprattutto per chiarire l’intento dello user, si possono effettuare delle ricerche con diversi tool online e tenere in considerazione i risultati ottenuti.

L’importanza di Google EAT

Per un buon posizionamento di un sito, Google fa riferimento ad un principio specifico: il principio EAT. Quest’acronimo sta per Expertise (competenza), Authoritativeness (autorevolezza) e Trustworthiness (affidabilità/fiducia). Si tratta dunque di un algoritmo di Google che il motore di ricerca utilizza per analizzare e valutare la posizione nelle SERP dei siti web. Bisogna assicurarsi di creare contenuti di un determinato livello di conoscenza, di una certa veridicità (confrontandoli e controllando i fatti con fonti autorevoli e affidabili) e di aumentare le recensioni.

I Featured Snippet

Nel 2021 acquisiranno più peso gli snippet in primo piano, ossia dei frammenti di testo che appaiono nella parte immediatamente sotto la barra di ricerca di Google, sopra gli altri risultati. Le pagine dei siti web che rientrano in un featured snippet, avranno un significativo aumento di traffico a discapito degli altri competitor. Infatti, questo consente alle pagine di ottenere una doppia visibilità (sia dello snippet, sia del risultato di ricerca organico), e di ‘rubare’ al primo risultato di ricerca del traffico organico. Non esiste un metodo per riuscire ad ottenere uno snippet, in quanto Google seleziona automaticamente, mediante il suo algoritmo, i frammenti dei siti web che illustrano o rispondono meglio alla domanda posta dall’utente.  Quelli che vengono scelti si mostrano come il risultato di una domanda diretta formulata dall’utente.  Quindi si può cercare di creare un articolo e strutturarlo in modo tale da rispondere a differenti domande correlate, ed è di fondamentale importanza anche la scelta e l’utilizzo delle parole chiave.

l' importanza dei dispositivi mobili nel 2021

Maggiore utilizzo dei dispositivi mobili

Sta diventando fondamentale il possesso di un sito web responsive, in quanto si è rilevata una netta crescita dell’utilizzo dei dispositivi mobili per le ricerche.  Ricordiamo che Google, durante il 2019, ha implementato l’indicizzazione mobile first e che ad ottobre 2020, è emerso, dal noto Report Digital di Hootsuite e di We are Social, che circa il 92% degli user connessi ad internet accede tramite i dispositivi mobili ai siti web.  Di conseguenza è sicuramente necessario potenziare e migliorare il caricamento dei siti web, aumentare la velocità di download di immagine (anche comprimendole), prediligere l’uso di font di grandi dimensioni, dunque apportare modifiche fino ad ottenere un’esperienza sul web completamente fruibile da mobile.

Local SEO

L’obiettivo della local SEO è di aumentare la visibilità nelle SERP di Google per quanto riguarda le ricerche locali (dunque circoscritte ad un’area determinata). Riguarda perlopiù ricerche veloci e immediate, che avvengono da dispositivi mobili come lo smartphone, tramite l’utilizzo di semplici parole chiave e luogo di ricerca. Dunque, si possono inserire più informazioni sulla propria gestione allo scopo di fornire più informazioni che possono risultare utili a Google.