E-commerce multilingua

E-commerce multilingua

Table of Contents

Quali sono i vantaggi per il proprio business?

Se si vuole creare un sito e-commerce, può essere interessante renderlo noto anche ai mercati esteri e, quindi, sarà necessario realizzarlo anche in versione multilingua. Si tratta di un aspetto molto importante che consente di ottenere numerosi vantaggi nel breve e lungo termine.

Ma perché scegliere un e-commerce multilingua per il proprio business? Le ragioni sono varie.

Molte aziende commettono spesso l’errore di rimandare o di non considerare l’opzione multilingua. In realtà tradurre il proprio sito vuol dire allargare il bacino della clientela, ovvero essere presenti in altri contesti commerciali che oltrepassano i confini nazionali. Naturalmente la realizzazione di un e-commerce in versione multilingua non è un’operazione semplice e alla portata di tutti.

Ecco perché è importante evitare scelte frettolose e affidarsi ad un team di esperti nel settore, che saprà come mettere a punto la strategia migliore e in linea con le specifiche esigenze.

L'importanza di un e-commerce multilingua

In tantissimi casi aprire le porte ai mercati esteri si rivela una scelta vincente. A questo proposito, la prima cosa da capire è come un determinato prodotto viene ricercato nel mercato di riferimento.

Esistono varie strategie per comprendere se un bene è apprezzato anche all’estero ed eventualmente anche con quali parole viene cercato sul web. Si dovranno considerare anche le differenze linguistiche della nazione interessata, all’interno della quale si possono parlare più lingue.

In linea generale, è bene sapere che un sito multilingua può fare molto per localizzare un marchio, oltre che per promuovere determinati servizi a livello globale.

Condividi questo articolo : 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on pinterest

Quando si compie questa scelta bisogna comunque essere consapevoli dell’investimento necessario. Chi pensa che per le traduzioni basta affidarsi a strumenti come Google Translate o altri tool sbaglia di grosso e sarà destinato a portare a termine un progetto fallimentare.

I testi, infatti, devono essere tradotti da esperti, che conoscono a fondo la lingua italiana e quella straniera, che quindi sono in grado di portare a termine traduzioni corrette, fedeli, precise e coerenti.

La necessità di pubblicare traduzioni di qualità diventa ancora più importante quando si tratta di elaborare testi contenenti termini tecnici. In questi casi il supporto di esperti madrelingua diventa indispensabile.

utilizzo-differenti-lingue-e-commerce.jpg

Non bisogna mai dimenticare che una traduzione errata può comportare un danno all’immagine anche piuttosto grave, per cui è sempre meglio non rischiare e chiedere il supporto di specialisti nel settore. Investire in un lavoro di traduzione di qualità vuol dire in definitiva lasciarsi alle spalle il rischio di errori lessicali e semantici.

Aprire il proprio sito anche all’estero è una sfida molto interessante che può generare opportunità di guadagno inaspettate, per questo è fondamentale partire con il piede giusto e curare ogni più piccolo dettaglio.

Ma cosa vuol dire esattamente aprire un e-commerce multilingua? Significa aumentare in modo significativo le possibilità di vendita, cioè poter raggiungere un numero di clienti vastissimo e di conseguenza espandere la propria strategia di marketing anche fuori dall’Italia.

Oltre a curare la traduzione dei testi, sarà necessario rendere il proprio sito attraente non solo per gli utenti italiani, ma anche per quelli che si trovano in altri paesi europei e internazionali.

Ecco, dunque, che sarà inevitabile migliorare e ottimizzare le proprie strategie per poter operare anche all’estero con successo.

Mandaci una mail

Saremo felici di aiutarti!

Clicca qui

Uno dei primi passi da compiere è studiare il target di riferimento e ciò che hanno già realizzato i concorrenti. Nel momento in cui si decide di realizzare un sito multilingua bisogna compiere un’analisi accurata per ogni paese di riferimento.

Sarà quindi necessario uno studio ad hoc che può essere eseguito utilizzando appositi strumenti come, ad esempio Google Trends e Think with Google, molto utili per compiere ricerche e fare valutazioni sugli insight globali.

Attraverso questi strumenti si possono identificare quali sono i siti che vendono determinati prodotti e servizi in un determinato paese, i dettagli sul traffico ricevuto e compiere uno studio sulle strategie di content marketing.

L’uso di questi tool permette anche di avere una chiara idea sull’attività che i siti concorrenti svolgono sui social media.

Sul punto è bene segnalare che oltre agli strumenti gratuiti esistono quelli a pagamento che il più delle volte offrono maggiori funzionalità. Così facendo si può, ad esempio, effettuare un’analisi più approfondita sul pubblico che raggiunge l’e-commerce, in modo da estrapolare i dati del target in base alle conversioni.

Traduzioni accurate, l’analisi della concorrenza e del target sono tutti passi preliminari da non tralasciare per poter realizzare un e-commerce multilingua. I consumatori preferiscono infatti acquistare da un sito internet che fornisce informazioni su beni e servizi in maniera chiara e nella lingua locale.

E-commerce multilingua, strategia SEO e leggi

La creazione di un sito multilingua comporta anche l’adozione di una strategia SEO efficace. Più nel dettaglio, bisogna verificare quali sono i siti concorrenti che hanno raggiunto le prime posizioni sui motori di ricerca. Poi, si passa alla verifica delle parole chiave inerenti al target, tenuto conto del paese in cui si vogliono commercializzare i prodotti.

Naturalmente sarà necessario effettuare un controllo sulle strategie di link building, trovare le migliori keyword e portali di riferimento autorevoli. L’ottimizzazione del sito è infatti fondamentale per assicurare agli utenti una buona esperienza d’acquisto, ma soprattutto per accrescere le conversioni.

Anche l’analisi SEO deve essere condotta da persone esperte nel settore, altrimenti si rischia di ottenere risultati non rispondenti alla realtà e comunque poco attendibili.

Per questo è necessario impiegare strumenti appositi che permettono di analizzare in modo approfondito i vari dati, oltre che i risultati di ricerca. Solo conoscendo come un determinato prodotto viene ricercato sul web sarà possibile creare un sito multilingua che potrà raggiungere le prime posizioni dei motori di ricerca, in Italia e all’estero.

Una buona analisi SEO internazionale si può eseguire con tool gratuiti, come Keyword Planner di Google Ads, oppure a pagamento.

Dicono di noi:

ElvioSocio Fondatore Galicia Travels
Read More
Un equipo joven y preparado, siempre disponible con un personal políglota. Análisis seo bien estructurados, siempre actualizados y precisos. Llevamos mucho tiempo confiando en ellos y gracias a su capacidad para resolver todos nuestros problemas, el éxito está garantizado.
GiuseppeProprietario MaskHaze
Read More
Drinking segue la nostra azienda fin dall'inizio del percorso di crescita. L'equipe è composta da professionisti competenti che ci hanno supportati passo passo, partendo dalla creazione del sito, individuazione del target e sviluppo della strategia Seo e Sem.
MicheleFondatore e-commerce Terpy
Read More
Il nostro E-commerce, da quando ci siamo affidati a Drinking Media, ha avuto una maggiore visibilità. Il team ha un approccio giovane ed innovativo e ben consolidato per il mercato a cui ci rivolgiamo. Ottima strategy SEO e ottimizzazione del sito.
AnonimoSocio Fondatore Justbob
Read More
Un Team giovane e preparato, sempre disponibile e anche oltre il richiesto. Analisi Seo ben preparate e sempre aggiornate e precise. Ci affidiamo a loro da molto tempo grazie alla loro capacità di risoluzione di tutte le nostre problematiche
Previous
Next

Tutti coloro che intendono realizzare un sito multilingua dovranno anche creare dei sottodomini del sito principale, possibilmente scegliendo l’estensione del paese di riferimento.

In linea generale, infatti, le aziende che vogliono essere presenti anche all’estero, riusciranno ad avere un approccio migliore se inizieranno a ragionare come gli utenti che appartengono al mercato di riferimento. Questo spiega come mai, ad esempio, i consumatori francesi tendono a fare acquisti dai siti che presentano l’estensione .fr e quelli inglesi dai portali .uk.

La realizzazione dei sottodomini è sicuramente un’attività complessa, ma che offre buoni frutti. In questa maniera si potrà ottenere il corretto adattamento e avere maggiore possibilità di scalare i mercati internazionali.

Una segnalazione specifica meritano le leggi e i regolamenti. Quando si opera sul piano internazionale non è necessario aprire per forza una sede fisica nel paese di riferimento, ma è necessario conoscere la legislazione sui diritti dei consumatori.

Questo vuol dire che prima di aprire un sito multilingua è bene informarsi sulle politiche locali in vigore su settori come l’etichettatura e il diritto di reso. Sono tutti aspetti molto importanti per garantire all’acquirente finale un’esperienza d’acquisto di qualità e per contrastare la concorrenza.

Scopri i vantaggi della e-commerce multilingua

E-commerce multilingua: quali vantaggi?

La nostra economia è sempre più orientata all’acquisto online. Per avere più clienti è necessario superare i limiti territoriali italiani e raggiungere così un numero elevato di consumatori all’estero.

Il mercato libero permette oggi di avviare transazioni commerciali con altri paesi e scambi sempre più concorrenziali. Il primo e più ovvio vantaggio che deriva dall’implementazione di un sito multilingua è di certo l’aumento del target, quindi il bacino dell’utenza. Le occasioni di vendita si possono infatti moltiplicare fino a raggiungere anche numeri inaspettati.

Alcuni prodotti, che magari non sono molto richiesti in Italia, potrebbero invece andare a ruba in altri paesi, anche perché gli scambi commerciali sono spesso influenzati da diverse variabili sociali, demografiche, economiche e sociali.

Oltre alla traduzione, gli utenti esteri dovranno poter contare su tutta una serie di servizi, fra cui l’assistenza pre e post-vendita nella lingua di riferimento.

Un sito multilingua può rappresentare lo strumento per contrastare la continua concorrenza. Alcuni prodotti molto richiesti e venduti in Italia potrebbero, ad esempio, non essere disponibili all’esterno o si possono vendere ad un prezzo maggiormente competitivo.

 

Tante volte, grazie ad un sito multilingua, si riesce a contenere i costi destinati all’espansione del proprio business, ad esempio quelli necessari per ricercare nuovi target. Tradurre il proprio sito in più lingue, come è facile da intuire, permette anche di registrare maggiore traffico con conseguente aumento del tasso di conversione. Ecco, perché, implementare le giuste strategie di ottimizzazione SEO si rivela fondamentale.

I vantaggi di un sito multilingua sono tanti e di riflettono persino sulle strategie di web marketing, in quanto l’ingresso in un nuovo mercato si traduce in un virtuoso e capillare passaparola, molto utile quando si vuole lanciare un nuovo brand, o un prodotto di punta.

Un e-commerce multilingua non può essere creato dal nulla, ma comporta molto studio e una certa pianificazione. Tutto questo per evitare di compiere scelte sbagliate che potrebbero mandare in fumo il progetto.

Il supporto di professionisti del settore si rivela indispensabile per operare all’estero e Drinkingmedia.it offre ampia assistenza e tutte le soluzioni adatte per un e-commerce multilingua di successo.