Campagne di email marketing

Le campagne di e-mail marketing

Table of Contents

Campagne di email marketing: i passi da seguire

Le campagne di email marketing sono annoverate tra le più efficaci strategie di digital marketing e, più nello specifico, di direct marketing.

L’invio di email con finalità di marketing è un metodo efficace per fidelizzare i clienti, trovare nuovi compratori e per inviare materiale informativo. Come ogni strategia che si rispetti, non può essere effettuata a caso. Per ottenere dei risultati, è necessario stabilire una strategia che segua una serie di passaggi fondamentali.

I rischi che si corrono sbagliando strategia sono numerosi e possono causare la perdita di clienti e, di conseguenza, la diminuzione del fatturato.

In questo articolo scopriremo quali sono i passi da seguire per creare campagne di email marketing di successo.

Email Marketing: di cosa si tratta

L’email marketing rientra tra le strategie di digital e direct marketing. Sfruttando il mezzo digitale, permette infatti di creare un contatto diretto con il cliente tramite l’invio di email strutturate in base al target di riferimento.

Le email inviate possono avere finalità strettamente commerciali, oppure possono essere utilizzate per fornire informazioni di vario tipo. Tra queste  rientrano le mail che segnalano nuovi prodotti o che offrono sconti, ma anche le classiche newsletter o ancora le email che vengono inviate dal sistema quando un utente effettua un’azione – registrazione, acquisto o altro – sul nostro sito.

Email Marketing: di cosa si tratta​

I passi fondamentali per una campagna di email marketing efficace

Per poter essere definita efficace, una campagna di email marketing deve farci raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti. Tra questi possono rientrare, tra gli altri:

  • aumento delle visite al sito web
  • crescita delle conversioni
  • fidelizzazione dei clienti già acquisiti.

Ma come fare per rendere davvero efficace una campagna di email marketing? Esistono delle strategie affidabili o dei passi che possono guidarci nella sua progettazione?

La risposta è sì; nonostante sia sempre meglio affidarsi a dei professionisti del settore per essere certi di raggiungere i propri obiettivi, è comunque possibile seguire una serie di step in grado di aiutarci nella creazione di una strategia di email marketing vincente.

Vediamo quali sono i passaggi da seguire.

Condividi questo articolo : 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on pinterest

1. Scegliere la migliore piattaforma

Il primo passo per mettere in piedi una campagna di email marketing di successo consiste nel scegliere una piattaforma per l’invio di email che sia affidabile, sicura e personalizzabile.

Questo tipo di piattaforme ti permette di impostare una serie di parametri per l’invio automatico delle email a una lista di contatti.

La scelta della migliore piattaforma deve prendere in considerazione:

  • il rispetto di tutti gli standard relativi alla sicurezza e alla privacy
  • la capacità di recapitare le email con successo, riconoscendo gli indirizzi contraffatti
  • la possibilità di segmentare il target a cui inviare le email, così da creare diversi gruppi di utenti
  • la personalizzazione dei contenuti
  • l’invio di email in formato responsive, dunque adattabile a ogni tipo di dispositivo
  • l‘interazione con i CMS, gli ecommerce, i siti web e i social.

Una volta scelta la piattaforma che risponde meglio proprie esigenze, è possibile iniziare subito a creare email efficaci. Vediamo come.

2. Identificare una lista di contatti

Il successo delle campagne di email marketing non può prescindere dall’identificazione di una lista di contatti davvero interessati ai contenuti che si deciderà di inviare.

Per prima cosa, è bene ricordarsi che non si possono raccogliere indirizzi email a caso sul web o tramite modalità poco corrette, per poi creare liste a cui inviare proposte di marketing di vario genere. Questo tipo di attività è oggi classificato come spam e, oltre a essere illegale, penalizza la visibilità delle email e il profilo aziendale.

Gli indirizzi, anche in base alle più recenti normative, devono essere raccolti tramite strategie efficaci e legali, in grado di rispettare il diritto alla privacy. È inoltre fondamentale ottenere il consenso all’utilizzo dell’indirizzo email per finalità di marketing.

I metodi di E-mail Marketing

Il metodo opt-in

Il termine opt-in fa riferimento alla necessità di ottenere il consenso informato degli utenti prima di inviare loro email con finalità di marketing.

Come fare? Semplicemente creando un form sul proprio sito aziendale o sul blog nel quale vengano fornite tutte le informazioni del caso. Eventualmente è anche possibile dare agli utenti la possibilità di scegliere quale tipo di email desiderano ricevere: newsletter, promozioni, ultime novità o altro ancora.

Sfruttando questo metodo, oltre a evitare di incorrere in problemi legali, è anche possibile aumentare il numero di aperture della email e ridurre quello delle cancellazioni.

Dicono di noi:

ElvioSocio Fondatore Galicia Travels
Read More
Un equipo joven y preparado, siempre disponible con un personal políglota. Análisis seo bien estructurados, siempre actualizados y precisos. Llevamos mucho tiempo confiando en ellos y gracias a su capacidad para resolver todos nuestros problemas, el éxito está garantizado.
GiuseppeProprietario MaskHaze
Read More
Drinking segue la nostra azienda fin dall'inizio del percorso di crescita. L'equipe è composta da professionisti competenti che ci hanno supportati passo passo, partendo dalla creazione del sito, individuazione del target e sviluppo della strategia Seo e Sem.
MicheleFondatore e-commerce Terpy
Read More
Il nostro E-commerce, da quando ci siamo affidati a Drinking Media, ha avuto una maggiore visibilità. Il team ha un approccio giovane ed innovativo e ben consolidato per il mercato a cui ci rivolgiamo. Ottima strategy SEO e ottimizzazione del sito.
AnonimoSocio Fondatore Justbob
Read More
Un Team giovane e preparato, sempre disponibile e anche oltre il richiesto. Analisi Seo ben preparate e sempre aggiornate e precise. Ci affidiamo a loro da molto tempo grazie alla loro capacità di risoluzione di tutte le nostre problematiche
Previous
Next

3. Identificazione e segmentazione del target

Affinché sia efficace, la campagna di email marketing deve prendere in considerazione il target di riferimento. Questo solitamente non è omogeneo, ma presenta al suo interno differenze che permettono di individuare dei sottogruppi.

Le email inviate non devono essere uguali per tutti gli iscritti, ma devono prendere in considerazione le caratteristiche dei sottogruppi. In base a queste, sarà dunque necessario personalizzare i contenuti così da favorire la lettura della email e diminuire le cancellazioni e le segnalazioni come spam.

Per personalizzare i contenuti, dovrai utilizzare le informazioni ricavate dal form di iscrizione. Potrebbero ad esempio tornarti utili dati come l’anno di nascita, il genere, la città o lo Stato di residenza e così via.

4. Impostare correttamente i parametri della email

Molto spesso basta un oggetto scritto male oppure un indirizzo email poco convincente per spingere l’utente a cestinare l’email ricevuta o a spostarla nella cartella spam.

Per evitare di ritrovarsi con alti tassi di disiscrizione e di segnalazioni come spam, è necessario prestare attenzione ai seguenti parametri:

  • oggetto dell’email: non dev’essere troppo lungo, ma deve essere chiaro e far capire subito qual è il contenuto dell’email o l’offerta più interessante che proponi. Molto importante, l’oggetto non dev’essere mai ingannevole;
  • preheader: si tratta della frase che riassume il contenuto del messaggio. Se non lo personalizzi, compariranno le prime parole della email. Anche questo dev’essere chiaro, efficace e molto breve, massimo 35 caratteri;
  • indirizzo utilizzato per l’invio: l’indirizzo deve permettere al ricevente di collegare subito l’email ricevuta con la realtà aziendale che l’ha inviata; in più, deve suscitare fiducia e non far classificare l’email come spam o truffa.

Mandaci una mail

Saremo felici di aiutarti!

Clicca qui

5. Decidere quando inviare le email

Il momento in cui si invia l’email può fare la differenza. In base alle caratteristiche del proprio target, è possibile stabilire qual è il momento migliore. Grazie alle piattaforme di email marketing, è possibile preparare con largo anticipo i contenuti e le liste con i recapiti, e programmarne l’invio.

In linea generale, è meglio evitare di inviare le email a tarda notte oppure nei week end. Gli orari migliori sono solitamente quelli corrispondenti alla pausa pranzo o all’uscita dal lavoro, mentre le giornate migliori sono il martedì, il mercoledì e il giovedì.

In ogni caso, è importante valutare le caratteristiche del proprio target e di ogni segmentazione per stabilire qual è il momento migliore.

6. Tenere sotto controllo i risultati

Una volta lanciata la propria campagna di email marketing, è importante tenere d’occhio i risultati controllando le statistiche relative a:

  • numero di clic e di aperture delle email
  • segnalazioni come spam
  • disiscrizioni.

Nel caso in cui qualcosa non stesse andando per il verso giusto, sarà necessario apportare qualche modifica alla propria strategia così da riuscire a centrare il bersaglio.