Esempi di strategie social: le campagne vincenti

Esempi di strategie social: le campagne vincenti​

Table of Contents

Esempi di strategie social

Oramai la gran parte delle aziende che operano nel nostro Paese hanno assimilato un concetto fondamentale: le strategie di social media marketing hanno un’importanza vitale per l’azienda.

Quali sono gli esempi vincenti per una strategia digitale? Quali le digital agency che hanno ottenuto un successo di rilievo attraverso un uso sapiente dei social?

Basta studiare alcuni esempi di strategia social vincente, per poi  capire come si sviluppa questo tipo di attività in maniera corretta.

Roadhouse: la catena di ristoranti che ha sconvolto il web

Roadhouse è una catena di ristoranti che ha saputo stupire il web con contenuti sempre di grande originalità. Il mercato di riferimento di Roadhouse non era certo facile: è pieno di fastfood di grande rilevanza e serviva una strategia dirompente.

I creatori della comunicazione hanno optato per uno slogan semplice ed efficace: “Il ristorante che non c’era”, in modo da porsi fuori dalla concorrenza. Hanno così costruito un’identità diversa da non associare ad altri fastfood.

Per portare avanti questa campagna si è scelto di puntare sull’ironia e sulla creazione di molti meme, in modo da non percorrere strade di comunicazione già battute da altri.

La crescita di brand awareness di Roadhouse ha funzionato e ha portato ad obiettivi importanti proprio perché hanno scelto di prendere le distanze dalla categoria di appartenenza e di distinguersi tramite messaggi creativi, chiari e divertenti.

Ceres: la birra più popolare

Ceres: la birra più popolare

Sui social non può mancare il marketing in real time di Ceres. Questa birra è diventata una vera e propria ossessione per gli amanti della birra e anche per tutti gli altri.

Ceres c’è” recita il famoso slogan e nei social questa azienda c’è senz’altro. Per distinguersi ha optato per campagne piuttosto ironiche ed incentrate sullo stare insieme.

L’amicizia e la condivisione sono i protagonisti della campagna di Ceres, che va a proporre il proprio prodotto come collante immancabile del gruppo di amici. Grande successo di popolarità e di brand awareness.

Condividi questo articolo : 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on pinterest

Taffo: le onoranze funebri più divertenti

Un grandissimo esempio di Social Marketing di grande successo è quello messo in atto dall’azienda Taffo, specializzata in onoranze funebri.

L’argomento era difficile da trattare e poco simpatico. Molti avrebbero rinunciato e si sarebbero adattati alla classica invisibilità di questo tipo di pubblicità.

I creatori della comunicazione social di Taffo invece hanno puntato sull’umorismo nero, il black humor appunto, con dei meme che risultano estremamente divertenti come quello che enuncia “L’unica terra piatta è quella che ci seppellirà” con una tetra e anonima lapide in primo piano.

Risultato? Taffo è divenuta un caso nazionale e i loro post sono diventati virali in men che non si dica ed il brand è stato premiato come uno dei migliori del 2018. Un esempio di brand awareness da manuale visto che un agenzia funebre non può certo ambire a soddisfare le esigenze di tutti gli italiani: ma il brand oramai è entrato nella testa di tutti.

Come realizzare una strategia social vincente

Per mettere in atto una strategia social in grado di rivelarsi efficace è necessario seguire alcune regole che in gran parte sono alla base di qualunque strategia di marketing.

Il punto numero uno infatti è la definizione degli obiettivi, proprio come insegna il web marketing più classico. Se non si identifica con precisione il proprio obiettivo è difficile sviluppare piani vincenti.

Ma quali sono gli obiettivi raggiungibili con una strategia social ben realizzata? Vediamo qui di seguito gli obiettivi principali su cui è possibile andare a puntare la propria strategia.

Come realizzare una strategia social vincente

Brand Awareness

In questo caso si è scelto di puntare sul far conoscere il proprio marchio al pubblico, probabilmente perché si ritiene che il brand in questione è ancora poco conosciuto o perché si opera in un settore in cui la concorrenza è molta.

L’idea di base di questo tipo di strategia è quella di far conoscere il marchio, di spiegare che cosa fa l’azienda e perché lo fa. Per ottenere risultati è necessario puntare su campagne social media advertising targetizzate al fine di intercettare il target di pubblico più adatto.

Engagement

Con questo tipo di obiettivo si preferisce puntare sull’interazione del pubblico con i proprio contenuti e, di conseguenza, con il proprio brand. L’intenzione “segreta” è quella di coinvolgere l’utente a tal punto da trasformarlo in un promotore presso amici e conoscenti.

Per ottenere questo tipo di risultato sarà necessario pubblicare sempre post divertenti e coinvolgenti che seguono l’onda del real time marketing.

E’ un terreno difficoltoso, poiché si può scivolare con facilità su content marketing che non ottengono il risultato sperato, ma il gioco vale senza dubbio la candela.

Lead Generation

Questo è senza dubbio l’obiettivo più “goloso” di tutti per chi fa social media marketing. Si tratta infatti di una tecnica che si concentra sull’acquisizione di contatti e nominativi che potrebbero andare a rimpolpare il database dei potenziali clienti.

 

In questo caso i post devono essere sviluppati al fine di fare arrivare l’utente su una “landing page” nella quale vi saranno altri contenuti da scaricare o meccanismi di conversione che attireranno l’attenzione dell’utente.

Dicono di noi:

ElvioSocio Fondatore Galicia Travels
Read More
Un equipo joven y preparado, siempre disponible con un personal políglota. Análisis seo bien estructurados, siempre actualizados y precisos. Llevamos mucho tiempo confiando en ellos y gracias a su capacidad para resolver todos nuestros problemas, el éxito está garantizado.
GiuseppeProprietario MaskHaze
Read More
Drinking segue la nostra azienda fin dall'inizio del percorso di crescita. L'equipe è composta da professionisti competenti che ci hanno supportati passo passo, partendo dalla creazione del sito, individuazione del target e sviluppo della strategia Seo e Sem.
MicheleFondatore e-commerce Terpy
Read More
Il nostro E-commerce, da quando ci siamo affidati a Drinking Media, ha avuto una maggiore visibilità. Il team ha un approccio giovane ed innovativo e ben consolidato per il mercato a cui ci rivolgiamo. Ottima strategy SEO e ottimizzazione del sito.
AnonimoSocio Fondatore Justbob
Read More
Un Team giovane e preparato, sempre disponibile e anche oltre il richiesto. Analisi Seo ben preparate e sempre aggiornate e precise. Ci affidiamo a loro da molto tempo grazie alla loro capacità di risoluzione di tutte le nostre problematiche
Previous
Next

La concorrenza e il piano editoriale

Al fine di sviluppare una comunicazione digitale efficace sarà necessario senza dubbio effettuare delle analisi interne ed esterne per conoscere al meglio se stessi e i propri competitor.

E’ bene precisare che i competitor non sono soltanto quelli che vendono il tuo stesso prodotto, ma anche quelli che vanno a soddisfare lo stesso tipo di bisogno nel cliente.

Una volta che si sarà identificato quale tipo di bisogno si va a soddisfare con la propria attività, non sarà difficile identificare la concorrenza ed iniziare ad analizzarla.

A questo punto sarà necessario verificare la loro strategia social ed evidenziare i loro risultati. E’ importante anche appuntarsi tutte le misure che sembrano avere creato dei risultati e quelli che invece si sono rivelate fallimentari: gli errori della concorrenza sono una fonte di conoscenza molto importante.

Definire i contenuti da pubblicare online è senza dubbio una delle fasi centrali di tutta la strategia di social media. Il piano editoriale è semplicemente imprescindibile.

Argomenti, orari e giorni di pubblicazione, sono elementi fondamentali per andare a coinvolgere il giusto target di pubblico e dare continuità.

Mandaci una mail

Saremo felici di aiutarti!

Clicca qui

Le tipologie di contenuto

Vi sono diverse tipologie di contenuto che possono essere postate sui social ed è necessario capire quale sia la tipologia più adatta alle esigenze dell’azienda in questione.

I post di ispirazione sono molto utili per coinvolgere i tuoi utenti. Non ci si riferisce soltanto a frasi motivazionali, ma anche a racconti reali che tengano i lettori incollati allo schermo.

Aprire parte del proprio “cuore aziendale” ai clienti, mostrando le sfide superate, le difficoltà affrontate, crea un rapporto di fiducia con l’utente che può facilmente trasformarsi in cliente.

I post di educazione sono invece quelli incentrati sul diffondere una “cultura” in proposito del prodotto o servizio che si sta proponendo. Dare consigli e soluzioni di utilizzo per chi dovrà acquistarlo è un modo per parlare del prodotto senza parlarne direttamente.

Spiegare i benefici che si ottengono con l’utilizzo del proprio prodotto ed educare il pubblico a riconoscere questi benefici è un modo per aumentare la credibilità e l’autorevolezza del brand.

I post di intrattenimento invece si propongono di creare una community attorno al proprio prodotto, attraverso contenuti che distraggano, interessino e coinvolgano gli utenti.

Nulla di troppo pesante quindi, ma vi è da considerare che anche l’eventuale ironia dovrà essere sempre moderata perché in gioco vi è sempre l’immagine del brand.