Mythbusting the Feed: LinkedIn sfata i miti sugli algoritmi con una nuova serie online

Mythbusting the Feed: LinkedIn sfata i miti sugli algoritmi

Table of Contents

Mythbusting the Feed: la serie di Linkedin

Tra le piattaforme web più utilizzate troviamo LinkedIn, impiegato soprattutto per lo sviluppo di contatti professionali. Questo social si caratterizza infatti per profili e contenuti relativi al mercato del lavoro, molto utile sia per chi ha bisogno di trovare personale che per tutti coloro che stanno cercando lavoro o vogliono pubblicizzare le proprie competenze.

Come ogni social network anche il funzionamento di LinkedIn nasce dall’utilizzo di particolari algoritmi, i quali vengono costantemente studiati e monitorati dai SEO e SEM specialist per mettere in pratica utili strategie di marketing mirate.

A tal proposito, per una totale chiarezza e trasparenza, l’azienda di LinkedIn ha recentemente deciso di pubblicare Mythbusting the Feed, una sorta di serie online: video e contenuti per spiegare il funzionamento della piattaforma e risolvere ogni dubbio in merito ai feed e a come i contenuti vengano distribuiti. Tutto ciò per sfatare i miti secondo i quali i loro algoritmi tendano a servire determinate comunità rispetto ad altre.

Funzionamento e obbiettivi di LinkedIn

Grazie a LinkedIn milioni di persone possono trovare offerte di lavoro, opportunità di business e contatti. I datori di lavoro possono pubblicare offerte e ricercare potenziali candidati a una posizione lavorativa e le persone che sono in cerca di lavoro possono leggere i profili dei reclutatori.

La piattaforma si propone anche come aiuto importante per l’incremento del proprio business, poiché è possibile rimanere costantemente aggiornati sul proprio network professionale e sui trend del settore di interesse, tessere relazioni con nuovi clienti e migliorare il personal branding e la reputazione online. Creando un proprio profilo su LinkedIn le possibilità sono perciò molteplici.

Importanza della LinkedIn SEO

Importanza della LinkedIn SEO

Se vi state chiedendo per quale motivo possa essere così importante conoscere il corretto funzionamento di un social network come LinkedIn e avere maggiori informazioni sull’azione degli algoritmi che lo compongono, la risposta risiede nelle strategie SEO e SEM. Con queste due sigle si intendono rispettivamente la Search Engine Optimization e il Search Engine Marketing, due specifici ambiti del marketing essenziali oggi per portare avanti una strategia di web marketing che si rispetti.

Per entrare appunto nello specifico di LinkedIn, in questo social è fondamentale che il proprio profilo professionale sia ben posizionato tra i contenuti e raggiunga la più elevata visibilità, aumentando così la possibilità di essere contattati per offerte o collaborazioni lavorative. Per fare questo è dunque necessario mettere in atto le giuste strategie di ottimizzazione SEO LinkedIn al fine di emergere tra i molteplici profili presenti sulla piattaforma.

 

I professionisti che si occupano di questo devono dunque comprendere a pieno il funzionamento di LinkedIn e i modi nei quali tende a scegliere di mostrare un profilo piuttosto di un altro sulla base appunto di algoritmi impostati con determinate caratteristiche. Avendo queste informazioni è così possibile ottimizzare il proprio profilo, personale o aziendale, e portare avanti azioni mirate a migliorare il proprio posizionamento all’interno del social, la propria reputazione e incrementare contatti e visibilità. 

Condividi questo articolo : 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on pinterest

Ottimizzare la presenza su LinkedIn

Per entrare ancor più nello specifico vediamo i fattori e le operazioni che fanno parte appunto delle strategie di analisi SEO e SEM per ottimizzare la propria presenza su LinkedIn.

Keywords

Come accade anche in molte altre piattaforme social, il metodo più comune per i recruiter per individuare profili interessanti è la ricerca per keywords, ovvero parole chiave. Ecco perché una delle prime operazioni volte all’ottimizzazione del proprio profilo su LinkedIn è proprio la ricerca di parole chiave su argomenti che ci rappresentano e che ci permettano di essere trovati più facilmente. Tanto più queste keywords appaiono sul profilo, più sarà facile ottenere visibilità. Ma è importante fare sempre attenzione a non esagerare, poiché in questo caso potrebbe essere addirittura controproducente. Gli algoritmi premiano l’equilibrio.

In particolare è consigliato l’utilizzo equilibrato delle giuste keyword nei seguenti spazi del profilo:

  • intestazione, ovvero il biglietto da visita utile a catturare l’attenzione;
  • riepilogo, ovvero il riassunto della propria storia professionale;
  • esperienze lavorative, formazione e competenze, nelle quali le skills si prestano particolarmente all’utilizzo di keywords;
  • l’URL del profilo, che dovrebbe essere modificato inserendo nome, cognome e una keyword identificativa.

Mandaci una mail

Saremo felici di aiutarti!

Clicca qui

Cura e dettagli del profilo personale

Per gli utenti che aprono su LinkedIn un profilo personale, l’ottimizzazione parte ovviamente dall’organizzazione, dalla cura e dai dettagli del proprio profilo.

Prima di tutto è importante completare tutti i campi richiesti inserendo in particolare una foto profilo professionale, l’indicazione di ubicazione e settore di appartenenza, la descrizione della qualifica di 120 caratteri, descrizione del lavoro attuale, almeno 3 esperienze lavorative precedenti, il riepilogo della propria storia lavorativa di circa 200 battute, informazioni sulla formazione, e almeno 5 skills ritenute fondamentali per la professione per la quale ci si propone.

Se possibile, è molto utile riuscire anche ad aggiungere informazioni nei campi che riguardano i progetti, gli interessi e, magari, anche un paio di raccomandazioni. Detto questo, come affermato in precedenza, occorre arricchire il profilo con le giuste keywords e infine cercare di espandere la propria rete di contatti.

Ricordiamo che il profilo è visibile a coloro che fanno parte della propria rete fino al 3° livello, quindi più è ampia la propria rete più è semplice ottenere un’ampia visibilità.

Cura e dettagli del profilo aziendale

Cura e dettagli del profilo aziendale

Chi invece apre su LinkedIn un profilo aziendale deve procedere nella cura e nell’attenzione di informazioni diverse da inserire all’interno del profilo. Gli step fondamentali per l’ottimizzazione di questa tipologia di profilo sono diversi dal precedente.

Per prima cosa occorre in ogni caso ottimizzare gli elementi principali, come la foto, che deve identificare il logo aziendale, così come l’immagine di copertina, che deve sempre essere identificativa e correlata al proprio business.

Poi è importante inserire informazioni corrette e precise in merito soprattutto a luoghi, slogan e presentazioni, senza mai dimenticare l’utilizzo delle giuste keywords. Importantissimo creare un sommario efficace, parlando della propria azienda, del settore specifico di appartenenza, della sede, dei dipendenti, della visione e della mission dell’azienda e delle informazioni ritenute importanti. Il tutto senza superare i 2000 caratteri.

Può essere poi di notevole aiuto anche il coinvolgimento degli stessi dipendenti per migliorare ancor di più l’affidabilità e la reputazione dell’azienda. Infine, è importante pubblicare contenuti idonei, utili, con hashtag e keywords specifiche, e, se possibile, inserire il link al profilo LinkedIn aziendale anche sul sito multilingua aziendale, su altri social network attivi e all’interno delle firme digitali dei lavoratori dell’azienda.

Dicono di noi:

ElvioSocio Fondatore Galicia Travels
Read More
Un equipo joven y preparado, siempre disponible con un personal políglota. Análisis seo bien estructurados, siempre actualizados y precisos. Llevamos mucho tiempo confiando en ellos y gracias a su capacidad para resolver todos nuestros problemas, el éxito está garantizado.
GiuseppeProprietario MaskHaze
Read More
Drinking segue la nostra azienda fin dall'inizio del percorso di crescita. L'equipe è composta da professionisti competenti che ci hanno supportati passo passo, partendo dalla creazione del sito, individuazione del target e sviluppo della strategia Seo e Sem.
MicheleFondatore e-commerce Terpy
Read More
Il nostro E-commerce, da quando ci siamo affidati a Drinking Media, ha avuto una maggiore visibilità. Il team ha un approccio giovane ed innovativo e ben consolidato per il mercato a cui ci rivolgiamo. Ottima strategy SEO e ottimizzazione del sito.
AnonimoSocio Fondatore Justbob
Read More
Un Team giovane e preparato, sempre disponibile e anche oltre il richiesto. Analisi Seo ben preparate e sempre aggiornate e precise. Ci affidiamo a loro da molto tempo grazie alla loro capacità di risoluzione di tutte le nostre problematiche
Previous
Next

Mythbusting the Feed per sfatare malintesi e pregiudizi comuni

Dopo aver visto le caratteristiche delle operazioni di LinkedIn SEO, è ancora più facile comprendere l’importanza del conoscere il funzionamento dettagliato della piattaforma e degli algoritmi che ne permettono il funzionamento.

Molte persone però hanno dei forti pregiudizi nei confronti degli algoritmi, accusando l’azienda di LinkedIn di poca trasparenza e di una gestione delle conversazioni sulla piattaforma non molto chiara. A sfatare questi pregiudizi e malintesi ci pensa proprio Mythbusting the Feed, una rubrica di contenuti volta proprio a trasmettere una volta per tutte informazioni chiare e precise.

I primi video affrontano ad esempio alcuni temi molto importanti come il tipo di conversazioni che vengono accolte su LinkedIn, cosa significa essere professionali quando si tratta di contenuti su LinkedIn, come funziona l’algoritmo, come personalizzare il feed, come avviene la distribuzione dei contenuti e come l’azienda lavora proprio per affrontare i pregiudizi.

Per conoscere una volta per tutte il mondo di LinkedIn basta dunque seguire questi utili contenuti prodotti dall’azienda stessa.