In che modo i social media aumentano la Brand Awareness

In che modo i social media aumentano la Brand Awareness​

Table of Contents

I social media aumentano la Brand Awareness

Viviamo sempre più immersi nell’era del Social Media Marketing. Ancora più che in passato, la brand awareness non viene creata dal marchio stesso, quanto piuttosto dalle persone che lo utilizzano e da come esse lo comunicano.

Nel caso dei Social, anche da come lo commentano, lo condividono, ne parlano. Basti pensare alle tante domande che gli utenti postano nei gruppi Facebook, o ai 4 miliardi di interrogazioni giornaliere che si registrano nei motori di ricerca come Google.

Protagonisti del web

Oggi gli utenti dei Social si sentono protagonisti del Web: consigliano prodotti, promuovono video virali, condividono frasi o disegni divertenti, pubblicano notizie nei loro status. E sono alla caccia di informazioni per potersi fare un’opinione con cui poi esprimersi. Essere presenti in questa mole di materiale non è facile. Ma pubblicare il contenuto giusto, che viene condiviso, commentato, a volte anche criticato, genera comunque engagement, cioè attenzione verso il marchio: questo non fa che aumentare il proprio brand Awareness, la forza del marchio stesso.

Community e ricerche

Mantenere aggiornata la propria community social, significa scrivere news interessanti che valga la pena condividere. Così facendo, la maggior parte del lavoro di diffusione del brand lo faranno gli utenti. Per capire cosa vogliono tuttavia, è bene rivolgersi ad un’agenzia di marketing che sia specializzata nel social marketing e sappia fornire al cliente quei dati, frutto di una rigorosa analisi del target individuato, che possa portare ad individuare le giuste strategie di posizionamento del prodotto e del brand.

Si tratta di un lavoro complesso, che presuppone un’ottima conoscenza dei Social Media, delle tecniche di analisi Seo e ottimizzazione Seo, del content marketing. Perché come in una squadra di calcio è l’insieme di strategie che funziona, non la singola trovata.

Community Social e ricerche

Essere onesti

Un Seo specialist ve lo dirà fin da subito: aumentare la brand awarness significa farsi trovare dagli utenti nel momento in cui fanno una ricerca sui motori o nei Social. Ciò significa che non potete, nei vostri contenuti, promettere qualcosa che non siete in grado di offrire, perché farete perdere tempo all’utente con conseguente estremamente negative per il vostro marchio. 

Commettete errori è umano, cercare di rimediare in modo costruttivo e profittevole per il brand, invece, è compito primario di ogni buon ufficio marketing. A questo proposito le migliori strategie possono arrivare dalle digital agency che conoscono il mondo web e le dinamiche Social. Sbagliare una risposta o essere fraintesi rischia di innescare una valanga di commenti negativi, con gli haters sempre in agguato e pronti a moltiplicare l’effetto boomerang.

 

Far parlare le persone del proprio brand

Conoscere che cosa cercano le persone relativamente al vostro prodotto o marchio è un buon punto di partenza. Un sem specialist vi potrà aiutare in questo, così come un’agenzia seo. Perché il contenuto che risponde alle esigenze di un utente che sta facendo una ricerca è un contenuto vincente. Ai tempi pioneristici del marketing si diceva che in fondo il marketing è risolvere il problema di un cliente, rendendolo felice. Non è diverso oggi. 

Ciò che cambia è l’accesso alle informazioni: molto facile, con centinaia di migliaia di siti, blog, profili social a disposizione, tanto da generare, in realtà, una grande confusione. Nonostante le dimensioni del web, tuttavia, le dinamiche con cui si parla nei Social non sono tanto diverse da quelle nella vita reale quando si è in gruppi. 

Basti pensare a quando capita un buon affare o avere una buona esperienza di acquisto: in quanto consigliano poi quel prodotto o quell’esperienza ad amici e parenti? Il famoso passaparola esiste anche sul web, con dinamiche non dissimili. Come sanno bene le social media agency, il modo migliore per aumentare la brand awarness sui social è avere un prodotto/servizio del quale valga la pena parlare. Se i clienti hanno la percezione di ricevere qualcosa di valore, parleranno di voi.

Condividi questo articolo : 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on pinterest

Ricevere tutti i feedback

Attenzione alla realizzazione siti di ecommerce. Se un’impresa vuole aprirsi a questo canale, dovrà vagliare attentamente una serie di pro e contro: la possibilità di sbagliare è molto alta. Per esempio si può errare approccio con l’utente, creando un sito che non è affatto intuitivo, non fornisce le informazioni di cui è in cerca chi vuole comprare qualcosa e rende frustrante l’esperienza di shopping. Perciò ogni feedback negativo non è una sconfitta irreparabile: è una possibilità di miglioramento del prodotto.

 Quando qualcuno porta un problema è arrivato il momento in cui bisogna gestire al meglio la propria reputazione online. Agire apertamente ed in modo costruttivo vuol dire ascoltare, proporre soluzioni ragionevoli, scusarsi se è il caso. Un utente deluso è un utente da riconquistare, non un pericolo da evitare. Il marchio verrà associato a un prodotto affidabile, sostenuto da persone che se ne prendono cura.

In che modo i social media aumentano la Brand Awareness​

Comunicare con una buona frequenza

In genere, conta l’assidua ma non soffocante presenza. Più contenuti le persone vedono, più ne condivideranno. Ma devono essere contenuti diversi tra loro, che diano all’utente informazioni accurate, interessanti, divertenti. In questo possono essere di aiuto le agenzie di digital marketing, così come le agenzie di social media marketing: gli aggiornamenti sotto forma di newsletter, tweet, post su blog, aggiornamenti su Facebook, Instagram vanno bene ma vanno curati. Una notizia interessante o divertente va lanciata in maniera diversa su piattaforme diverse, deve coinvolgere l’utente, spingerlo a interagire. Lo stesso contenuto su più Social non paga affatto. Anzi dà all’utente l’idea di trascuratezza.

Dicono di noi:

ElvioSocio Fondatore Galicia Travels
Read More
Un equipo joven y preparado, siempre disponible con un personal políglota. Análisis seo bien estructurados, siempre actualizados y precisos. Llevamos mucho tiempo confiando en ellos y gracias a su capacidad para resolver todos nuestros problemas, el éxito está garantizado.
GiuseppeProprietario MaskHaze
Read More
Drinking segue la nostra azienda fin dall'inizio del percorso di crescita. L'equipe è composta da professionisti competenti che ci hanno supportati passo passo, partendo dalla creazione del sito, individuazione del target e sviluppo della strategia Seo e Sem.
MicheleFondatore e-commerce Terpy
Read More
Il nostro E-commerce, da quando ci siamo affidati a Drinking Media, ha avuto una maggiore visibilità. Il team ha un approccio giovane ed innovativo e ben consolidato per il mercato a cui ci rivolgiamo. Ottima strategy SEO e ottimizzazione del sito.
AnonimoSocio Fondatore Justbob
Read More
Un Team giovane e preparato, sempre disponibile e anche oltre il richiesto. Analisi Seo ben preparate e sempre aggiornate e precise. Ci affidiamo a loro da molto tempo grazie alla loro capacità di risoluzione di tutte le nostre problematiche
Previous
Next

Offerte

Attenzione alla gestione del proprio sito di e-commerce e allo sviluppo siti ecommerce, soprattutto se si punte alle promozioni. Nel comunicarle, infatti, bisogna che gli utenti percepiscano di ricevere qualcosa di valore, attraverso uno scambio che sia apparentemente a vantaggio dell’utente. Un modo per far loro sapere che apprezzate la loro presenza e il loro supporto. 

Nessuno è interessato ad uno scambio che non porti dei benefici superiori ai costi che si stanno per affrontare. Perciò deve essere chiaro e comunicato chiaramente che si sta aderendo ad una iniziativa speciale, limitata nel tempo e non disponibile per chiunque. Con buona probabilità riuscirete a migliorare significativamente le performance di visibilità e percezione del brand.